Gli amminoacidi sono la base dei processi vitali, in quanto sono assolutamente indispensabili per qualsiasi processo metabolico. In particolare sono estremamente importanti per un metabolismo attivo e in salute che, se non funziona correttamente, causa disturbi del sonno, colesterolo alto, sovrappeso, diabete e addirittura anche l’artrosi.Dalla carenza di amminoacidi possono dipendere anche la caduta dei capelli o la fragilità delle unghie. Perciò occorre fornire al corpo gli amminoacidi cosiddetti essenziali, quelli che può cioè assumere solo tramite l’alimentazione.

amminoacidi

Il patrimonio genetico umano contiene 20 amminoacidi che formano catene proteiche e, perciò, si definiscono preoteinogenici. Questi sono detti amminoacidi standard che si suddividono in amminoacidi essenziali, semi essenziali e non essenziali. Per gli uomini sono otto gli amminoacidi essenziali che il corpo non può altrimenti sintetizzare: per poterli assumere è necessario dunque seguire un’alimentazione sana e corretta. Gli amminoacidi da inserire tramite l’alimentazione sono leucina, lisina, metionina, fenilalanina, treonina, triptofano, valina e isoleucina. Il corpo può produrre da solo i dieci non essenziali ovvero alanina, asparagina, cisteina, glutammina, acido glutammico, glicina, prolina, serina, tirosina e acido aspartico.

Con la distinzione “essenziali” e “non essenziali” non si intende che un gruppo sia meno o più importante dell’altro: entrambi sono fondamentali per una vita in salute e un organismo equilibrato. Si intende, invece, sottolineare se il corpo sia in grado di avere accesso autonomamente o meno a questi amminoacidi. Per essere sani e avere un corpo che funziona alla perfezione è dunque fondamentale avere una quantità di amminoacidi adeguata alla propria età e alla propria attività.

Post del blog della stessa categoria: