Molti aspiranti imprenditori che vengono dall’Italia – medi, piccoli o grandi che siano – sono notoriamente molto frustrati a causa della condizione attuale della burocrazia italiana, che sembra fare più danni che favorire la crescita economica degli imprenditori, che alla fine, sono il cuore di ogni sistema economico; grazie alla loro capacità di muovere capitale e soprattutto di creare nuovi posti di lavoro e nuove possibilità e opportunità per tutti coloro che sono coinvolti nell’ambito di un particolare business. Purtroppo, il nostro paese non sembra voler realizzare l’importanza del ruolo dell’investitore, e, di conseguenza, la situazione è a dir poco limitativa e statica su tutto il territorio italiano. L’attuale clima economico ha ormai già posto le basi per un ambiente molto poco favorevole alla nascita di nuove, dinamiche imprese e compagnie giovani e piene di entusiasmo. L’imprenditoria indipendente nel nostro paese è purtroppo minacciata da uno scenario politico, burocratico ed economico poco invitante e poco solidale nei confronti di tutti coloro che hanno intenzione di iniziare a mettersi in proprio.

Avendo illustrato premesse di questo genere, non è molto sorprendente, che nel corso delle ultime decadi, un numero impressionante di imprenditori italiani e non solo, hanno deciso di abbandonare lo stivale in cerca di fortuna e migliori opportunità altrove, per poter finalmente trarre vantaggio da una situazione economica diversa, più invitante, più favorevole e più dinamica rispetto a quella che si sta vivendo in Italia correntemente.

Nel corso dell’ultima decade, si è parlato di un vero e proprio “esodo degli imprenditori”, che hanno portato in massa le loro idee, le loro risorse, il loro talento e i loro sogni all’estero.

Uno dei paesi più popolari per sviluppare e creare un’impresa è senza dubbio la Slovenia, che offre costi molto ridimensionati rispetto all’Italia, per non parlare di un sistema di processi burocratici flessibili e brevi.

Il risparmio, sia in termini di soldi, sia in termini di fatica e di stress è troppo vantaggioso per essere ignorato. Come se tutto questo non bastasse ad accendere l’interesse e l’entusiasmo di moltissimi imprenditori, aprire una aziende in Slovenia comporta costi di gestione molto limitati e soprattutto, permette agli imprenditori, agli uomini d’affari e agli investitori che si stabiliscono nel paese di poter facilmente trarre vantaggio dalla positività di un territorio che sta attraversando un processo di costante espansione, sia dal punto di vista economico, sia sul piano politico e sociale. essendo uno degli stati più giovani facenti parte dell’Unione Europea (la Slovenia è uno stato indipendente da poco più di vent’anni), la crescita di questo paese in termini economici è stata relativamente lenta, ma costante e produttiva, come dimostrano le statistiche e i trend che forniscono un ritratto di una scena imprenditoriale attiva e salutare. per questo motivo, aprire una società a responsabilità limitata in Slovenia, non è solo conveniente dal punto di vista burocratico ed economico, ma è anche un modo per diventare parte integrante di un meccanismo economico ben rodato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *